Frutta Secca apertura

I plus della frutta secca per chi fa sport? Tanti, tantissimi. Scopriamoli insieme con l’aiuto di un dietista e di due grandi chef…

Miniera di preziosi nutrimenti, la frutta secca si sta guadagnando un posto di primo piano nell’indice di gradimento dei consumatori di oggi, che la apprezzano grazie all’evoluzione del gusto ma anche per merito dei recenti studi di scienziati e nutrizionisti, che nell’ultimo periodo hanno ri(scoperto) le innumerevoli qualità di noci, nocciole & mandorle.

LE VIRTÙ DI MANDORLE & NOCI

Povera di acqua, ricca di vitamine, di sali minerali, di fibre e di grassi essenziali, la frutta secca è un alimento ideale da consumare a colazione o per gli spuntini, in particolare per chi pratica sport. È infatti un’ottima fonte di energia, è facilmente trasportabile nello zaino o in borsa e si conserva a temperatura ambiente: uno snack perfetto prima del training.

Utilizzata come spuntino tra un pasto e l’altro permette infatti di assicurarsi una quota essenziale di grassi essenziali, proteine, sostanze antiossidanti e micronutrienti. Ma anche nella colazione dello sportivo la frutta secca può giocare un ruolo importantissimo: il breakfast del mattino dovrebbe rappresentare il pasto principale della giornata, fornendo almeno il 20% delle calorie giornaliere, in modo da assicurare che il metabolismo sia in piena attività fin dal risveglio.

La colazione di chi pratica attività fisica deve contenere una buona dose di carboidrati, in grado di controbilanciare la spesa calorica che si andrà a sostenere con lo sforzo fisico, ma è necessario anche un certo apporto proteico per “nutrire” le masse muscolari e tenere in buona salute i tessuti.
Ecco quindi che una manciata di mandorle, noci o nocciole, da aggiungere ai cereali o alla frutta fresca, si rivela preziosa per una colazione bilanciata ed energetica, che apporta anche una buona dose di… buonumore!

LA PAROLA AL DIETISTA

Per scoprire meglio quali vantaggi specifici può apportare la frutta secca a chi pratica con costanza attività fisica, abbiamo rivolto alcune domande alla Dott.sa Maria Zugnoni, Dietista.

Dott.sa Zugnoni, ci può spiegare brevemente quali sono le caratteristiche della frutta secca che possono interessare maggiormente gli sportivi?

La frutta secca è uno scrigno di energia (in media 600 kcal per 100 g di prodotto edibile) e di nutrienti fondamentali (come proteine circa 13-15%, grassi 50-60 %, costituiti da acidi grassi insaturi e polinsaturi, quelli benefici per intenderci), vitamine (in particolare vitamina B ed E dalle proprietà antiossidanti) e sali minerali (Mg, K, Cu, P, Fe Ca). E costituisce un alimento di pronto utilizzo ad alta densità energetica ovvero molte calorie in poco volume, ideale nell’alimentazione dello sportivo. Mi riferisco nello specifico alla frutta secca oleosa, poiché la frutta disidratata ha caratteristiche nutrizionali molto diverse (elevato apporto in zuccheri e fibra, non contiene grassi).

La frutta secca è un ottimo snack da consumare prima dell’attività fisica. Che regole può seguire, in questo senso, chi frequenta una palestra? Quanto tempo prima della lezione di step, ad esempio, è meglio consumare il proprio snack a base di frutta secca?

La frutta secca è molto consigliata per la colazione o come spuntino, in associazione a yogurt e cereali, e consente la formulazione di un pasto misto (proteine, grassi e carboidrati) molto ben bilanciato, soprattutto per chi fa sport. Dato l’elevato contenuto in grassi che aumentano i tempi di svuotamento gastrico, è consigliabile consumarla almeno 2 ore prima di un’attività intensa come lo spinning, la corsa sul tapis roulant, lo step o il total body workout.

Per non compromettere il bilancio calorico giornaliero, come è meglio comportarsi rispetto all’assunzione di frutta secca?

È necessario prestare attenzione alla quantità che si utilizza al fine di sfruttarne le sole qualità benefiche, poiché essendo un alimento molto concentrato e gustoso è facile esagerare e oltrepassare largamente i quantitativi consigliati.
Una “porzione” (circa 30 grammi) al giorno di frutta secca (intendendo solo la parte edibile) è la quantità giornaliera individuata da vari studi scientifici rivelatasi efficace per ottenere una certa protezione verso alcune patologie come obesità, ipertensione, patologie cardiovascolari.
Questa quantità consente inoltre un apporto calorico contenuto con apporti nutrizionali adeguati, nell’ambito di una dieta giornaliera bilanciata costituita da tre pasti principali e uno spuntino.

CHEF E FRUTTA SECCA

Ormai è noto a tutti: la frutta secca rappresenta un universo di sensazioni e sapori, esaltati dalle nuove tendenze gastronomiche, sempre più attente a coniugare bontà, creatività e benessere. Ed è proprio nella ristorazione di qualità che la frutta secca sta conquistando spazi sempre più importanti, perché proposta dagli chef per il suo appeal di aromi, gusto, naturalità e valore nutrizionale.

Da sempre in prima linea nell’innovazione e nella ricerca del servizio per il consumatore, Madi Ventura, azienda leader in Italia nella tostatura e nel confezionamento di tutti i tipi di frutta secca in guscio, sgusciata e morbida, ha presentato di recente la seconda edizione di “La Mia Frutta Secca – Ventura Top Chef”, un progetto con il quale si fa interprete di un nuovo trend del gusto che mette in risalto le potenzialità e le applicazioni della frutta secca nell’Alta Cucina.

Per il secondo anno consecutivo Ventura e ALMA – la prestigiosa Scuola Internazionale di Cucina Italiana (Rettore il Maestro Gualtiero Marchesi) – hanno dato vita a un evento in cui l’arte culinaria e quella pittorica si incontrano per rendere omaggio al gusto.

Protagonisti del progetto 30 Chef, indiscussi maestri dell’arte culinaria (quasi tutti docenti di Alma) e uno fra i più grandi artisti contemporanei, il Prof. Concetto Pozzati. I 30 Chef presentano così nella carta dei propri ristoranti un piatto d’autore realizzato utilizzando la frutta secca Ventura come ingrediente protagonista.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Related Posts

prugne_secche_copert
04/08/2013

PROTAGONISTA LA FRUTTA SECCA

Per promuovere i benefici della frutta secca, Nucis Italia (associazione di  aziende italiane che producono e commercializzano frutta secca e frutta essiccata) ha incontrato gli chef di Cucina Evolution, per proporre un menù sano ma ricco di gusto. Pasquale  D’Ambrosio, Luca Montersino e Paolo  Pivato hanno così studiato una serie di piatti poco calorici ma [...]

Leggi tutto
Tartare di orata e frutta secca
03/22/2012

Tartare di orata e frutta secca

Ingredienti per 4 persone:  1 orata da 800/1000 g 120 g di nocciole 120 g di mandorle 90 g di ananas fresco erba cipollina, coriandolo fresco sale, pepe, tabasco olio extra vergine di oliva 1 limone insalata riccia insalata primo taglio mix orientale Procedimento:  Sfilettare l’orata e togliere le lische. Spellare i filetti. Tagliare i [...]

Leggi tutto
Password: